Timbri del pane

Di notevole spessore sono i lavori in LEGNO, elemento naturale da sempre presente nella vita dell’uomo e della tradizione artigiana. Emanuele Mancini è riuscito a creare splendide sculture, complementi d’arredo ed a riproporre gli antichi e famosi timbri del pane della sua Matera, fatti in legno sin dai tempi remoti. Questi oggetti caratteristici della tradizione materana, erano realizzati dai pastori esclusivamente con i legni che trovavano durante la transumanza e servivano in passato ad imprimere nella massa lievitata le iniziali della famiglia per permettere il riconoscimento del proprio pezzo di pane impastato a casa e portato a cuocere nel forno comune.
Nella simbologia è chiaro il riferimento agli archetipi di arte pastorale reinterpretata con una tecnica e disegno personalizzati.
Per la loro creazione si utilizzano diversi legni: acero, noce, faggio, cerro (maschio della quercia), arancio, albicocco, ciliegio, mandorlo, ulivo, susino; che si distinguiono in varie venature, colori e profumi.
Inoltre è possibile  personalizzare i timbri con le proprie iniziali  in pochi minuti.